Gianluca Martinello

Podologo

Richiedi il tuo appuntamento

Gianluca Martinello

Il Dottor Gianluca Martinello si è laureato in Podologia nel 2005 presso l’Università di Bologna.

COS’E’ IL PIEDE DOLOROSO?

ll piede doloroso raggruppa molteplici patologie del piede, dalla artrite reumatoide alle deformità artrosiche, dalle patologie cutanee di natura geriatrica (macerazioni dermiche) fino ad arrivare ai danni causati da malattie metaboliche quali per esempio il piede diabetico.

I disturbi più comuni che possono beneficiare di trattamenti podologici sono:

  1. IPERCHERATOSI, comunemente chiamate “calli” se circoscritte e duroni se più’ estese. Si tratta di alterazioni che provocano dolore più o meno intenso in quanto, essendo un corpo estraneo, comprimono le fiore nervose sensitive della cute.
  2. ONICOPATIE, le più comuni sono le unghie incarnite, le onicogrifosi di tipo deformante, le onicolisi e i traumi ungueali con ematoma, le onicodistrofie micotiche e psoriasiche. Spesso sono unghie difficili da tagliare e come accade nell’unghia incarnita possono portare a traumi o tagli.
  3. TRAUMATISMI CUTANEI derivanti da attività lavorativa o sportiva, come vesciche o bolle ed abrasioni.
  4. VERRUCHE ovvero alterazioni virali le quali colpiscono ogni parte del nostro organismo, nel nostro caso caso il piede. Talvolta sono confuse con le ipercheratosi.
  5. ALTERAZIONI BIOMECCANICHE e/o metaboliche, che predispongono o concorrono alla deviazione delle dita, quali alluce valgo e dita ad martello, e all’insorgenza di patologie come metatarsalgie, borsiti, tendiniti e fascite plantare e talloniti, frequenti nel piede pronato piatto, e il piede cavo.

TERAPIE

Per prima cosa si attua una visita preliminare definita ESAME OBIETTIVO DEL PIEDE. Viene effettuata per rilevare e differenziare i vari i disturbi più o meno dolorosi dei piedi e poter quindi attuare il tipo di trattamento più’ adeguato.

Per i duroni ci si avvale di una sgorbia con apposita lama, la quale in mani professionali riesce ad asportare lo strato abnorme di cheratina formatosi con estrema efficacia.

Per quanto riguarda le unghie incarnite dopo una disinfezione prima e dopo trattamento si va ad togliere la parte di spicula interna al bottone carnoso. Poi si esegue medicazione seguendo i protocolli specifici.

Per i traumatismi cutanei si eseguono delle medicazioni a piatto con specifici disinfettanti o pomate antibiotiche.

Le verruche vengono trattate con delle medicazioni a base di caustici (tipo vasellina salicilica), su prescrizione del medico curante.

Le alterazioni biomeccaniche vengono trattate con appositi dispositivi medici tipo ortesi podaliche o distanziatori in silicone i quali hanno lo scopo di ammortizzare e ridistribuire il peso su tutta la superficie d’appoggio del piede (plantare) o proteggere le falangi deformate da eventuali conflitti con le calzature e riducendo l’ipercheratosi ed i stati algici del piede.

Richiedi il tuo appuntamento: